Sono convinto che la natura delle cose si manifesta in maniera sempre più evidente quanto più estremo è il contesto in cui si va ad inserire, come per esempio la crisi sanitaria globale che stiamo vivendo.

Conseguenza è che il detto "una catena è forte quanto il suo anello più debole" emerge in tutto il suo significato ogni giorno.

Come la carenza di operatori sanitari, medici in un periodo di estema necessità.

Con questa premessa, qualche giorno fa ho letto i dati codivisi da Amsi (Associazione medici stranieri in Italia):

in Italia sono presenti circa 77.500 persone aventi cittadinanza straniera con qualifiche sanitarie: tra cui 22mila medici, 38mila infermieri, e poi fisioterapisti, farmacisti, odontoiatri e altri professionisti della sanità. Ma tra questi numeri piuttosto consistenti, solo il 10% riesce ad accedere a posti di lavoro nell’ambito della Sanità pubblica.

...e poi mi sono imbattutonell' articolo pubblicato da ASGI (Associazione Studi Giuridici sull' Immigrazione ) che riprendeva tali dati e recriminava il fatto che da un lato:

"Da settimane le autorità sanitarie denunciano la carenza di medici e infermieri che sarebbe necessario assumere per rispondere all’emergenza COVID."

e dall'altro:

"Eppure da marzo 2020 grazie all’art. 13 del “Decreto Cura Italia”, convertito in Legge n. 27/2020, possono essere assunti “alle dipendenze della pubblica amministrazione per l’esercizio di professioni sanitarie e per la qualifica di operatore socio-sanitario… tutti i cittadini di Paesi non appartenenti all’Unione europea, titolari di un permesso di soggiorno che consente di lavorare, fermo ogni altro limite di legge”."

FONTE: Covid-19: esclusi centinaia di medici e infermieri stranieri dai concorsi

 Ti chiedo di leggere e firmare se d'accordo

Per questo, da signor nessuno quale sono, ho voluto comunque provare a supportare la causa della richiesta già inviata al Ministero della Sanità ed al Governo Italiano da parte di ASGI, LUNARIA ed ITALIAN I SENZA CITTADINANZA creando una PETIZIONE online:

Puoi firmarla cliccando questo link:   http://chng.it/shb9mrSN

  1. inserendo Nome, Cognome, indirizzo mail
  2. potrai condividere la Petizione via social
  3. (alla fine ti verrà inviata una mail in cui dovrai cliccare un link per poter confermare la firma)

Appena avremo un numero discreto di firme sarà inviata e sottoposta a chi di dovere: Ministero della Sanità, Ministro della Sanità Roberto Speranza e al Governo Italiano.